La ricerca del lavoro

Tutte le volte che trovate un annuncio interessante, oltre ad inviare il vostro cv, allegate una piccola lettera di presentazione e rivedete anche il vostro cv, magari si possono mettere in risalto, in base alla posizione per la quale vi state candidando, alcune informazioni piuttosto che altre, come vostri titoli o esperienze lavorative che potrebbero essere importanti per la posizione per la quale state concorrendo.

Fatevi sempre diverse domande prima di inviare il cv, scrivete la lettera di presentazione tenendo presente la descrizione dei requisiti per la posizione e mettete bene in risalto i vostri punti forza.
Cercate il più possibile di essere chiari, concisi e determinati.
La ricerca del lavoro in Italia non è cosa semplice, richiede tempo, attenzione e nervi saldi.
Affidatevi a tutti i canali che potete avere a disposizione, reti di amici e conoscenti, vostri connazionali, recatevi personalmente presso società del vostro settore di competenza.
Consultate gli annunci su quotidiani e periodici specializzati, ogni città e regione ne ha diversi. Consultate siti adibiti alla ricerca del lavoro, ve ne sono diversi a seconda anche delle tipologie di lavoro ma attenti che molto spesso si inciampa in perdite di tempo.
Potete recarvi presso:

Centri per l’impiego: sono uffici che agiscono nel proprio ambito territoriale con il fine di offrire a tutti coloro che sono alla ricerca di lavoro ed alle aziende che necessitano di personale, informazioni e orientamento per facilitare l’incontro fra la domanda e l’offerta di lavoro. Cercate quello a voi più vicino.

Agenzie interinali o Società di lavoro temporaneo: offrono lavoratori temporanei o “interinali” alle imprese che richiedono una determinata figura professionale per un periodo di tempo limitato. Solitamente si distinguono per settore, dunque rivolgetevi a quella che maggiormente si addice al vostro profilo.
Si pongono come intermediatrici per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, apportando dei vantaggi per chi è in cerca di occupazione. Il lavoratore richiesto viene assunto dall’agenzia, dalla quale percepirà lo stipendio, con un contratto a tempo determinato; l’impresa detta “utilizzatrice”, stipula a sua volta un contratto con l’agenzia interinale e rimborsa a questa gli oneri. Nulla vieta che l’azienda assuma poi il lavoratore alla fine del contratto temporaneo. Il lavoratore interinale non è tenuto a pagare nulla all’agenzia per il servizio reso. Chi è in cerca di lavoro può presentarsi nelle sedi delle Agenzie di lavoro interinale, oppure compilare il proprio cv online.
Di seguito un elenco delle principali agenzie interinali in Italia, con descrizioni dell’agenzia e circa settore il settore o i settori occupazionali dei quali si occupa.

EURES – EURopean Employment Services: questi uffici si rivolgono a cittadini comunitari che intendono lavorare, studiare, fare tirocini in Italia. I servizi prestati sono di tre tipi: informazione, consulenza e assunzione o collocamento.
Per il disbrigo delle pratiche burocratiche e la stesura dei documenti necessari a formalizzare un rapporto di lavoro, con i diritti e doveri che questo comporta, è necessario rivolgersi agli uffici dell’ INPS, Istituto Nazionale di Previdenza Sociale. Per chi avvia un’attività in proprio risulteranno altresì utili gli indirizzi delle diverse sedi della Camera di Commercio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*