Gli articoli determinativi

Gli articoli determinativi

  • Gli articoli sono parole che non possono stare da sole perché non hanno un significato proprio
  •  devono sempre stare davanti al nome
  • concordano con il nome nel genere (femminile – maschile) e nel numero (singolare- plurale)

L’articolo determinativo indica una persona, una cosa o un animale conosciuta da chi parla o scrive e da chi ascolta o legge.

Es: In cucina c’è la torta

Se diciamo “la torta” vuol dire che già sappiamo di quale torta stiamo parlando. Può essere la torta che abbiamo fatto prima e di cui abbiamo già parlato.

 

L’articolo determinativo si usa per :

 

  • persone, animali o cose già conosciuti da chi parla e da chi ascolta

Es: Marco lava la macchina.

(Sappiamo già di quale macchina stiamo parlando)

Ho finito il libro.

(Sappiamo già di quale libro stiamo parlando)

 

  • persone, animali o cose considerate unici o comunque non confondibili con altre

Es: Per favore, mi prendi la penna sul tavolo?

(c’è solo una penna sul tavolo)

La luna è piena

Apri la porta!

 

  • nomi usati per indicare una classe di persone, animali o cose

Es: Il leone vive nella savana

L’aereo è il mezzo di trasporto più veloce

 

  • parti del corpo

Es: Gabriele ha i capelli corti

Marta ha le mani affusolate

 

Vediamo quando e come si usano

 

IL si usa davanti ai nomi maschili che iniziano con consonante, tranne z, x, h, s + consonante, ps, gn

Es: il bambino, il cane, il libro, il naso, il muscolo, il tavolo, il computer, il sole, il riso, il pane.

Il plurale di IL è I: i bambini, i cani, i muscoli, i tavoli.

 

LO: si usa davanti ai nomi maschili che iniziano per:

–          S + consonante: lo sbadiglio, lo scaffale, lo scoglio, lo smalto, lo spago, lo sciopero

–          Con Z: lo zaino, lo zio, lo zoccolo, lo zucchero, lo zero

–          Con X: lo xilofono, lo xilografo

–          Con GN: lo gnocco, lo gnomo, lo gnu

–          Con PS: lo pseudonimo, lo psichiatra, lo psicologo, lo psicopatico

–          Con la semiconsonante i (pronuncia/j/): lo yogurt, lo yoga, lo iodio

Il plurale di LO è GLI: gli sbadigli, gli zuccheri, gli gnocchi, gli psicologi

 

L’ : si usa davanti alle parole che iniziano per vocale: l’amico, l’imbroglio, l’occhio.

Il plurale di L’ è GLI: gli amici, gli imbrogli, gli occhi.

 

Le parole che iniziano con la lettere H vengono trattate come quelle che iniziano per vocale perché in italiano la H non è sonora. Le parole che iniziano con H, prendono, perciò, l’articolo L’ per il singolare e GLI per il plurale.

Esempi: l’hamburger, l’hobby, l’handicap, l’habitat.

 

 

LA si usa davanti ai nomi femminili che iniziano con consonante, con semiconsonante i (pronuncia/j/), con la lettera H e W ( parole straniere)

Es: la donna, la casa, la testa, la iena, la juta, la hall, la hit parade, la hostess, la world music, la west coast.

L’ si usa davanti alle vocali: l’elica, l’amica, l’unghia, l’ombra

Il plurale di LA e di L’ è LE: le donne, le case, le teste, le unghie, le hostess.

 

 

Stampa:Gli-articoli-determinativi.pdf

 

Esercizio.

Scegli l’articolo determinativo corretto per le seguenti parole.

Scegli per ogni parola indicata l’articolo determinativo corretto tra le tre possibilità date

Zio

 
 
 

Dentisti

 
 
 

Notizie

 
 
 

Orologio

 
 
 

Calcolatrice

 
 
 

Accendino

 
 
 

Biglietto

 
 
 

Studente

 
 
 

Mappe

 
 
 

Orecchio

 
 
 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*