Gli avverbi interrogativi

 

Gli avverbi sono parti invariabili del discorso, non cambiano nel genere(maschile – femminile) e nel numero (singolare – plurale) e servono a cambiare il significato delle parole a cui si riferiscono.

Come gli aggettivi e i pronomi interrogativi, gli avverbi interrogativi servono ad introdurre una domanda relativa:  al modoluogotempo, misura o valore, causa.

Vengono usati sia nelle domande dirette (Es. 1) che indirette(Es. 2)

Es. 1: come ti chiami? dove vai? quando torni? quanto costa? perché ridi? come mai non vieni?

Es.2. Non so come ti chiami. Dimmi dove abiti. Non so perché non viene. Non so quando sarà a casa.

 

Modo

Come

Luogo

Dove

Tempo

Quando

Misura o valore

Quanto

Causa

Perché – come mai

 

Attenzione!

Come e dove davanti ad alcune forme del verbo essere subiscono elisione.

Es: Com’eri da piccolo? Dov’è la mia giacca?

 

Alcuni avverbi interrogativi si usano anche nelle frasi esclamative.

Es: Quanto mi manchi! Come sto bene!

 

Stampa: Gli avverbi interrogativi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.